Esposimetro Ice MultiLux

L’esposimetro MultiLux era prodotto negli anni 60 dalla ICE, Industria Costruzioni Elettromeccaniche con sede a Milano, meglio conosciuta per la produzione di strumenti di misura come multimetri, frequenzimetri e anche luxmetri. La qualità costruttiva di allora era tale che questo esposimetro veniva garantito per ben cinque anni!

ice multilux

manuale

manuale

Un estratto del manuale dove troviamo i valori in Lux per le situazioni più varie e l’elenco della strumentazione prodotta dalla ICE

Come si usa il MultiLux

L’esposimetro va prima tarato ruotando il disco centrale sulla corretta sensibilità ASA della pellicola che si vede nella finestrella.
 E’ possibile effettuare misurazioni sia in luce riflessa che in luce incidente.

Luce riflessa

Bisogna aprire la cellula fotoelettrica posteriore senza utilizzare lo schermo opalino e puntarla verso il soggetto che si vuole fotografare. Bisognerà poi leggere il valore, espresso in Lux,  indicato dalla lancetta del quadrante e riportare lo stesso valore nella finestrella del disco centrale facendo ruotare la parte dentellata. Questa operazione ci permetterà di leggere il tempo di esposizione reltivo all’apertura del diaframma.

Luce Incidente

Per effettuare la lettura è necessario lasciare lo schermo opalino sulla cellula fotoelettrica e posizionarla nella stessa posizione del soggetto da riprendere, dirigendola però verso la macchina fotografica. La lettura del tempo si imposta nello stesso modo di quella per la luce riflessa.ice multilux

Serve ancora un esposimetro esterno?

Tutte le fotocamere di oggi, comprese le più economiche e quelle dei cellulari, hanno l’esposimetro incorporato. Detto ciò, parlare di esposimetri esterni può sembrare ancronistico e oggetti come il nostro ICE Multilux sembrano essere relegati al collezionismo.
I fotografi professionisti ci insegnano che gli esposimetri incorporati nelle fotocamere, anche le più professionali e di ultima generazione hanno un limite. Sono in grado di misurare solo la luce riflessa e non quella incidente che ricordo essere la più importante perchè investe il soggetto della nostra fotografia.
Quindi si tratta di uno strumento tutt’altro che obsoleto come dimostra la Sekonic che produce esposimetri avvalendosi delle moderne tecnologie.ice multilux

Quindi L’ICE Multilux può ancora oggi avere una sua funzione pratica? Direi di si anche se è probabile che la cellula al selenio, essendo un dispositivo degli anni 60, abbia subito un decadimento. Al di la di questo è un oggetto bellissimo e piuttosto raro da trovare in ottime condizioni. Quanto può valere? Intorno ai 100€ ma solo se perfetto e completo di scatola e manuale.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Avatar massimo cozzolino ha detto:

    Ne posseggo uno in ottime condizioni, perfettamente funzionante. Mi manca il manualetto che già non c’era quando era a disposizione di mio padre. Oltre ad essere uno spettacolare strumento di misura (posseggo anche il multitester della ICE) è un carissimo ricordo di mio padre, assieme alle sue vecchie ma sempre bellissime macchine fotografiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *