Yaesu FT 65, recensione del portatile low cost di Yaesu

Fai Click qui per vedere le offerte di Amazon relative all’FT 65

Yaesu FT 65, un transceiver bibanda VHF UHF entry level dal prezzo molto competitivo.

Radio economica, ma con uno standard di qualità molto più alto rispetto alle solite radio cinesi tipo Baofeng e similia.

Perchè cito le radio cinesi? Lo Yaesu FT 65, sembrerebbe un’operazione di rebrand di un prodotto di chiara origine orientale.

Alcune caratteristiche tradiscono questa sua origine e mi chiedo se almeno il progetto sia della Yaesu:

  • Il connettore dell’antenna SMA Femmina è il primo segnale che ci fa capire dove questa radio sia stata progettata.
  • Presa microfono altoparlante non standard e diversa da quella di ogni altro apparato Yaesu.
  • La batteria si carica solamente mettendo la radio nell’apposita vaschetta collegata al caricabatteria, poiché non esiste alcuna presa di alimentazione sulla radio.

Vediamo però di superare i pregiudizi e analizziamo nel dettaglio questo ricetrasmettitore bibanda.yaesu ft 65

Aspetto e qualità percepita dello Yaesu FT 65

Più piccola di quanto ci si aspetti, è costruita con plastica di ottima qualità. Non scricchiola durante l’uso e la batteria resta salda nel suo alloggio.

Il mio FT 1D, radio che costa tre volte l’FT 65 è fatto con una plastica di qualità inferiore e la batteria si muove nel suo alloggio provocando fastidiosi scricchiolii.

Il PTT è posizionato in modo da essere ergonomico. La tastiera è tenuamente illuminata e restituisce un discreto feedback tattile.

Di buona qualità la gomma dei tasti e del tappino della presa Mic/Sp.

Viene fornita anche una clip da cintura, pratica e molto robusta.

L’unico potenziometro posto sul pannello superiore, funge da interruttore on/off e da volume e offre un azionamento morbido e preciso.

Il display, seppur piccolo, è molto contrastato e correttamente illuminato.

yaesu ft 65 antenna

Lo Yaesu FT 65 con la sua antenna originale. Nelle altre immagini ho usato un’antenna più corta, per esigenze fotografiche

La radio si presenta quindi con un qualità costruttiva di tutto rispetto, segno che Yaesu ha imposto al costruttore (Cinese) uno standard piuttosto alto.

Yaesu FT 65, usabilità e programmazione

Utilizzare un ricetrasmettitore portatile senza doversi perdere tra le pagine del manuale rappresenta sempre una sfida.

L’FT 65 è stato invece una piacevole sorpresa. Ha un menu razionale e ben organizzato con tutte le voci in ordine alfabetico. In pochissimi minuti sono riuscito a programmare una decina di ripetitori.

Finalmente una tastiera che permette di inserire i tag alfanumerici in modo semplice e veloce. Ogni tasto ha tre lettere e un numero, come i cellulari di una volta.

Il manuale cartaceo fornito, è una versione semplificata e per usare la radio in tutte le sue funzioni bisogna scaricare la versione completa dal sito Yaesu.

Dimenticavo un’altra caratteristica che ricorda le radio cinesi. Il led con funzione di torcia nel pannello frontale.

Nell’FT 65 però, non ha solo questa funzione. Abbinato alla pressione prolungata del tasto color arancio sul pannello superiore, attiva una funzione d’emergenza che fa partire una segnale acustico di allarme. Il LED lampeggierà il segnale di SOS posizionando la radio su di una frequenza “home” definita dall’utente.

In questa modalità, premendo il PTT è possibile trasmettere sul canale “home”, disattivando momentaneamente i segnali di allarme che riprenderanno 2 secondi dopo aver interrotto la trasmissione.yaesu ft 65 clip cintura

Yaesu FT 65 prova sul campo

Caricata la batteria in circa 4 ore, mi appresto a provare lo Yaesu FT 65.

La radio ha una potenza di uscita massima di 5w ma è regolabile su livelli inferiori, 2,5w e 0,5w. Una terza posizione da 1,5w sarebbe stata utile.

La prima cosa che si nota, a radio nuova appena tolta dalla scatola, è che il PTT è piuttosto duro da azionare, dopo un breve utilizzo si ammorbidisce ma resta un po’ faticoso nei qso lunghi.

Consueto test sui ripetitori locali che impegno tutti senza problemi e senza mai dover utilizzare la massima potenza.

Una prima impressione non molto positiva che mi è arrivata dal primo rapporto di ascolto e riguarda la modulazione che è piuttosto bassa.

Smanettando tra i menu, cambio la deviazione da FM Narrow a FM Wide e la situazione migliora decisamente.

Resta comunque un portatile con una qualità di modulazione non eccelsa, soprattutto se paragonata a quella di altre radio in mio possesso, come lo Yaesu FT 1D.

Con l’FT 65 è necessario parlare con un tono di voce piuttosto alto, restando vicini al microfono.

Da una radio analogica di marca anche se entry level mi aspettavo di meglio.

yaesu ft 65 modulazione

Notate la differenza di modulazione fra l’FT 65 (prima traccia audio e tracciato audio di sinistra) rispetto a quella dell’FT 1D

Ottima invece le ricezione, sia in termini di sensibilità che di selettività. Questa radio sembra più resistente di altre alle interferenze causate da trasformatori, Computer ecc.

La copertura di banda in ricezione va da 136 a 174mhz in VHF e da 400 a 480MHZ in UHF. E’ possibile ricevere da 65 a 108MHZ ma solo in FM Wide, quindi solo per le Broadcasting FM. Assente la banda aerea.

La trasmissione è consentita solo sulle frequenze radioamatoriali da 144 a 146MHZ e da 430 a 440MHZ

Ottimo il volume audio dell’altoparlante che con 1W di uscita consente l’ascolto anche in ambienti rumorosi.

La Batteria da 1950 mAh consente un autonomia operativa di tutto rispetto ed è uno dei pregi dello Yaesu FT 65. Tra gli accessori è disponibile una batteria maggiorata da 2500 mAh che incrementa ulteriormente l’autonomia.yaesu ft 65 diplay tastiera

Conclusioni

Ha ancora senso comprare un portatile bibanda analogico, in un mondo dove C4FM, DMR e D Star sono ormai sistemi digitali affermati?

La Risposta è si, soprattuto ad un prezzo inferiore ai 100€ come quello dell’FT 65. Personalmente da una radio di questa marca mi aspettavo qualcosa in più come qualità di modulazione, caratteristica dove una radio dovrebbe sempre eccellere.

Pro

  • Estetica e qualità costruttiva
  • Menu intuitivo
  • Ottima autonomia

Contro

  • Qualità modulazione solo discreta
  • Presa microfono altoparlante esterno non standard
  • Rx limitata
  • Connettore SMA F
  • PTT un po’ troppo duro da azionare

Guarda qui altri articoli correlati che potrebbero interessarti

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. Roby ha detto:

    Ma dove le vai a fare le foto? Sembra un posto fabtastico

  2. Marco ha detto:

    Ciao. Perché quando programmo ft 65 non riesco a mettere lo shift di – 600 ma mi memorizza – 550 ? Grazie Marco

  3. Marco ha detto:

    Scusa. Non ho specificato che succede quando lo programmo dal pc. Quando scrivo da tastiera meno 600 lo prende, ma quando lo trasferisco nella radio mi memorizza meno 550. Il software è quello che ho scaricato dal sito yaesu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *