Porta Cellulare Moto Gub Plus 6, Recensione

Ero alla ricerca di un supporto per il cellulare da usare sullo scooter, giusto per aver la possibilità di avere sott’occhio il navigatore le rare volte che mi serve. La scelta è ampissima, esistono supporti da ancorare agli specchi retrovisori oppure al manubrio, quando di tipo motociclistico e non carenato. Leggendo forum di appassionati di moto ho scoperto che in molti usano da tempo e senza problemi il Porta Cellulare Moto Gub Plus 6.porta telefono gub plus 6

Dovendolo montare sul mio Honda Forza 300 penultima serie, ho la fortuna di avere il manubrio non carenato, così da poter scegliere la posizione ottimale.

In oltre volevo un accessorio fatto con materiali tali da poterlo tenere sempre montato e quindi resistente alle intemperie.

Porta Cellulare Moto Gub Plus 6, alluminio, viteria inox e spazio anche per gli smartphone molto grandi

Il supporto cellulare moto che ho scelto, è in realtà un modello adatto ad essere montato su moto, oppure biciclette, ma poco adatto agli scooter. E’ un oggetto molto bello, realizzato in alluminio con viteria in inox. Si può regolare per poter ospitare un range vastissimo di smartphone. Riesce ad essere compatibile sia con il mio minuscolo IPhone SE che con l’Huawei P Smart Plus da 6,3″.porta telefono gub plus 6

E’ d’obbligo che gli smartphone indossino una custodia, poi spiegherò il perché.

Nella scatola troviamo il supporto regolabile, già montato sul morsetto per il manubrio. Una chiave esagonale per serrare le viti (antifurto, una vera furbata), due spessori per adattarsi a manubri di diversa sezione, che allo stesso tempo svolgono da protezione contro i graffi.

Vengono forniti anche due supporti trasparenti antivibrazione e quattro adesivi in spugna da mettere sulle zanche che fanno presa sullo smartphone. Queste ultime hanno funzione antigraffio, ma usando un telefono con custodia sono del tutto inutili, anzi, con il tempo e le intemperie non credo durerebbero molto. In ogni caso io non ho montato nemmeno i supporti antivibrazione. Uso per i miei smartphone una custodia di qualità, piuttosto spessa che fa ottima presa sui braccetti del porta cellulare e smorza le vibrazioni.porta telefono gub plus 6

Montaggio del Porta Cellulare Moto Gub Plus 6

Una volta scelta la zona del manubrio dove montare il porta cellulare moto, proviamo quale dei due anelli di plastica meglio si adatta e stringiamo il morsetto. Per il momento serriamo appena per non farlo muovere, il serraggio definitivo lo faremo alla fine.

Dovremo infatti regolare il tutto in modo da avere lo smartphone con l’inclinazione giusta per una visione ottimale e che non interferisca con i comandi della moto o che non copra la strumentazione.porta telefono gub plus 6

La grossa vite di serraggio che regola il supporto a seconda delle dimensioni dello smartphone, non dovrebbe allentarsi con le vibrazioni, dato che, dietro la filettatura è stata messa una rondella glover.

Attenzione a non stringere troppo. Anche senza applicare molta forza, i braccetti arrivano a stringere lo smartphone molto energicamente. Questo è uno dei motivi perché consiglio di utilizzare una custodia bella spessa.

Nella mia breve prova su strada, il supporto è rimasto perfettamente stabile e la vite che tiene lo smartphone non si è assolutamente allentata. Non credo comunque che questo porta cellulare moto, sia adatto ad utilizzi estremi come il fuoristrada o elevate velocità autostradali. Una volta scelta la posizione ottimale, consiglio di mettere una goccia di frena filetti nella vite si ancoraggio al manubrio.porta telefono gub plus 6

Esistono diversi modelli simili al portacellulare moto Gub Plus 6, molti quasi identici, ma la qualità non è sempre la stessa.

Questo modello è già stato utilizzato da diversi utenti che lo hanno trovato pratico e soprattutto sicuro per lo smartphone.

Il portacellulare Gub 6 Plus, disponibile nei colori, nero, rosso e silver, si può acquistare su Amazon attraverso questo link

 

Guarda le offerte del momento su Amazon.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *