Parrot Mambo minidrone, recensione

Uscito poco più di un anno fa, il Parrot Mambo, è un minidrone “giocattolo” ma costruito molto bene e con sorprendenti funzioni evolute degne di droni ben più grandi e costosi. Pur non essendo una novità, il Parrot Mambo dal giorno della sua uscita è cresciuto molto. Sempre ottimamente supportato dal costruttore, che con periodicità ne aggiorna il fw, viene venduto in tre versioni.

Il Parrot Mambo ora disponibile anche in kit FPV

La prima versione uscita e tutt’ora disponibile, comprende solo il drone, controllabile da smartphone, carene paraeleiche più una batteria e cavetto usb di ricarica.

Ultimamente si sono aggiunti due kit interessanti. Si chiamano Mambo Mission e Mambo FPV.

Il kit Mission oltre al drone, batteria, cavetto e paraeliche offre il controller Flypad, un cannoncino spara pallini e il grabber, una sorta di tenaglia per raccogliere e trasportare piccoli oggetti.

La versione FPV insieme al drone e Flypad, prevede una telecamera da 720p e il Parrot Cockpitglasses 2, un visore da usare insieme allo smarphone che permette il pilotaggio in FPV.

Convenienti i kit rispetto al Parrot Fly che costa 109,90€.

Partiamo dai 159,90€ del Mission fino ai 179,90€ del Mambo FPV.

Se teniamo conto che solo il Flypad costa intorno ai 40€ e il cannoncino circa 26€ si fa presto a fare due conti.

Esiste anche la possibilità di acquistare il kit FPV per circa 70€, ma per ora è disponibile solo sullo store Parrot.

Quelli che ho riportato sono i prezzi di listino. Ho linkato i prodotti disponibili Amazon cosi da permettervi di di usufruire delle offerte che sono molto frequenti su questi prodotti.

Chiarisco subito che il drone è uguale in tutte e tre le versioni. Inizialmente, il Mambo singolo veniva venduto con una batteria da 550 mah. Il Mission e l’FPV hanno la batteria da 660 mah. Non sono in grado di dirvi se anche le ultime versioni del Mambo Fly (la versione base) hanno la nuova batteria.parrot mambo

L’autonomia del Parrot Mambo è tutto sommato soddisfacente

L’autonomia è un pò il tallone d’achille dei Multirotori di piccole dimensioni. Parrot dichiara 10m di volo, usando il drone senza gli accessori montati, paraeliche compresi. Con gli accessori o in versione FPV si scende a 7/8 minuti. All’atto pratico ritengo che siano tempi discreti e con un paio di batterie di scorta ci si riesce a divertire.

La batteria si carica via USB in circa 45m. Ricaricabile allo stesso modo anche il Flypad, in circa 2h per 6h di autonomia.

Lo stato della carica è controllabile attraverso l’ottima App FreeFlightMini, disponibile su Google Play e App Store.

Questa App è oggetto di continui aggiornamenti da parte degli sviluppatori ed è quanto di meglio si possa desiderare, sia usando il Flypad o lo stesso smartphone come controller.parrot mambo batteria

Descrizione del quadricottero Parrot Mambo

Vi dico subito che la qualità percepita è molto alta. Si va ben oltre il classico drone giocattolo di produzione cinese. Materiali leggeri e sensazione di robustezza non fanno rimpiangere i soldi spesi. Il Parrot Mambo pesa solamente 63 gr.

Tutta l’elettronica del mambo è in una PCB nella pancia dello scafo ed incorpora anche fotocamera, sensore ad ultrasuoni e la presa micro usb per la ricarica, scambio dati e aggiornamento fw.

L’alloggiamento della batteria è comodo e la stessa si blocca in sede con un sistema di aggancio molto sicuro. Anche i paraeliche si installano a pressione e sono rigidi e stabili.

I quattro motori sono brushed coreless. Propulsori brusheless avrebbero senz’altro impreziosito questo quadrirotore e ne avrebbe beneficiato l’autonomia di volo, pur facendolo salire di prezzo.parrot mambo connettore

Il Flypad

A mio parere il Flypad è il vero valore aggiunto del Parrot Mambo. Consente un controllo molto più agevole e ne estende il range d’azione dai circa 20m, usando il solo smartphone a ben 100m!

Di dimensioni e forma simili a quelle di un joypad da console è fatto di plastica di ottima qualità.

L’attenzione al dettaglio si vede anche dagli stick che hanno la parte dove si appoggiano i pollici leggermente gommata antiscivolo.

Oltre alle due cloche a 360° il Flypad ha altri sette pulsanti tutti programmabili.parrot mambo flypad

Riguardo alle cloche, si possono tranquillamente invertire e mescolare tutti i comandi, così che chiunque sia abituato a pilotare in un certo modo possa configurare il controller a suo piacimento.

Il Flypad è ricaricabile via usb in circa 2h e consente di essere usato per 6h continue.

In dotazione prevede un supporto per alloggiare uno smartphone fino a 6″, per avere sotto mano tutti i controlli dell’App FreeFlighMini e un eventuale visuale di volo se installata la cam FPV.

Ovviamente anche il Flypad è aggiornabile nel fw tramite l’App.freeflightmini flypad

Il cannoncino spara pallini

L’accessorio più carino che si possa trovare nella scatola del mambo Mission. E’ un cannoncino elettrico che spara singolarmente fino a 6 pallini del tipo da softair.

La potenza di fuoco è bassa, così da non essere pericoloso, ma abbastanza potente da abbattere piccoli oggetti leggeri come bicchieri di plastica ecc.

Questo accessorio così come il grabbler si installa sul dorso del Mambo tramite un connettore che riprende la forma di un mattoncino Lego.

Il tasto per sparare è configurabile a piacimento tra quelli a disposizione nel Flypad.

Il Grabber

E’ una specie di tenaglia che si apre e chiude comandandola dal controller. Può afferrare piccoli oggetti e trasportarli, ma il peso non deve superare i 4gr.

Si incastra nei tralicci anteriori del telaio e tramite una piccola prolunga si collega al connettore degli accessori.

L’App FreeFlightMini

Un’altro dei punti di forza del Parrot Mambo. Si interfaccia con il drone e il Flypad via Bluetooth e permette di intervenire su tutti i parametri di controllo e di volo.

Ci mostra la carica residue della batteria del drone e del Flypad. La velocità del drone, e ci permette di scegliere le modalità di volo. Da quella assisitita Normal, dove il Mambo viene stabilizzato sia orizzontalmente che verticalmente. Modalità Drift con stabilizzazione unicamente in altitudine e Racing, senza alcun tipo di stabilizzazione.

Tra le decine di impostazioni vi sono la sensibilità di risposta ai comandi, impostazione del limite di altitudine, regolazione dell’inclinazione e della velocità verticale e di rotazione.
Scarica su App Store

Disponibile su Google Play

parrot mambo freeflightmini

Come vola il Parrot Mambo

Molto bene, senza ombra di dubbio. La modalità Normal sfrutta un sistema di stabilizzazione che seppur non coordinato dal gps è estremamente efficace.

In ambienti chiusi il Mambo riesce a stare immobile a mezz’aria come pochi multirotori sanno fare.

Il sistema di stabilizzazione è costituito da un sensore ad ultrasuoni, una fotocamera vga insieme ad un sensore barometrico.

Provato all’aperto anche in presenza di leggera brezza è assolutamente governabile. Conviene in questo caso intervenire sui settaggi dei comandi per renderlo più reattivo per contrastare il vento.

La portata del controller è dichiarata di 100m, mentre usando il solo smartphone è attorno ai 20m.

Gli accessori in dotazione, il cannoncino e la pinza portaoggetti, sono dei simpatici gadget ma appesantiscono il drone e contribuiscono al consumo di energia.

Volando in modalità Normal,  il drone è stabilizzato sia in orizzontale che in verticale e chiunque o quasi sarà in grado di pilotarlo senza fare danni. Passando in Racing invece, la stabilizzazione automatica viene disattivata e i comandi sono più reattivi (ma pur sempre regolabili) e consentono al Mambo di raggiungere velocità orizzontali e verticali notevoli e non facili da gestire senza esperienza.

Il sensore fotografico, è per l’appunto più un sensore che una fotocamera vera e proprio. La sua risoluzione VGA e la sua collocazione perpendicolare restituiscono prestazioni molto scarse.

Sono in attesa di ricevere il kit FPV composto dalla telecamera da 720p e dal visore Cockpitglasses. Ci aggiorneremo presto per una valutazione su questi accessori e della reale fruibilità del Mambo come quadrirotore FPV.

Caratteristiche tecniche del Parrot Mambo fornite direttamente dal costruttore

Elettronica

  • Unità di misura inerziale per valutare la velocità, l’inclinazione e il contatto con gli ostacoli (accelerometro a 3 assi e giroscopio a 3 assi)
  • Sensori a ultrasuoni
  • Sensore di pressione
  • Sensore telecamera

Alimentazione

  • Batteria LiPo 660 mAh
  • 8 min di autonomia con accessori o paraurti collegati
  • 10 min di autonomia senza accessori o paraurti
  • 30 min di ricarica con un caricatore da 2,1 A
  • Videocamera versione FPV – Registrazione e streaming in HD 720 p 30 IPS

Flypad

  • Batteria entrocontenuta 200 mAh LiPo, 6 h di autonomia, 2 h di carica con il caricabatterie da 2,5 A
  • Connessione : Fino a 100 m, connessione automatica, trasmissione: fino a 25 m con uno smartphone / 100 m con Parrot Flypad
  • Peso : 295 g con il supporto per smartphone
  • Dimensioni : 16,5 x 9,7 x 6,6 cm (dimensioni massime degli smartphone compatibili: 160 x 78 x 9,8 mm)

Peso e dimensioni del Parrot Mambo

  • Peso: 63g (senza paraeliche o accessori), 73g con fotocamera FPV
  • Dimensioni 18 x 18 cm conpreso i paraeliche

Concludo la recensione considerandomi molto soddisfatto del Mambo. Non è il solito mini drone per giocherellarci in casa e poi farlo cadere nel dimenticatoio. Il Mambo è un quadrirotore molto sofisticato che permette al principiante di imparare il pilotaggio di questo tipo di velivoli facendo divertire anche chi è più esperto, sia dentro casa che fuori.

Unica pecca la fotocamera. La risoluzione bassissima e la sua ubicazione la rendono praticamente inutilizzabile. Ok, è disponibile la videocamera FPV come accessorio, ma si poteva fare di più.

Pregi

Stabilissimo, con modalità di volo per principianti ed esperti

Totalmente configurabile tramite App

Vola all’aperto

Autonomia discreta

Flypad configurabile e ben studiato

Difetti

Fotocamera solo VGA e mal posizionata

Videocamera FPV non di eccelsa qualità (ancora da recensire)

Guarda le offerte su Amazon relative al Mambo Parrot e ai suoi accessori.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *