Il Galaxy Note 7 esplode? Torniamo tutti al Note 4

Sappiamo tutti cosa è successo al Galaxy Note 7 di Samsung

Presunti problemi alla batteria o al sistema di ricarica hanno fatto si che diversi esemplari del Galaxy Note 7 andassero a fuoco causando un allarmismo tale da farli vietare sugli aerei e far si che la stessa Samsung interrompesse la produzione.
Chi vuole leggere nel dettaglio tutta la storia può dare un’occhiata qui.

Il Galaxy Note 7 non è uno smartphone come tutti gli altri e chi è abituato ad usarlo non trova facilmente un rimpiazzo.
La serie Note infatti appartiene ai cosiddetti Phablet, telefoni con schermi dalle dimensioni che si avvicinano a quelle dei tablet. Il Note ha un valore aggiunto rispetto alla concorrenza: il pennino e una serie di funzionalità e app ad esse abbinate.

Dalla cosa più banale come scrivere a mano un veloce appunto su un’immagine da condividere al volo, oppure, grazie alla funzione Memo Rapido, prendere velocementi degli appunti a mano ecc. chi si è abituato a queste funzioni non riesce più a farne a meno.

Che fare allora, visto che il Note 7 ormai è un sogno infranto?

Aspettare un Note 8? ci vorrà un anno, sempre che Samsung decida di continuare con questa serie. Il Note 5 che è molto valido non è mai stato importato ufficialmente e la versione import si trova a prezzi ancora troppo alti.

La cosa giusta da fare è per molti “tornare indietro” al Galaxy Note 4. Uno smartphone o meglio un phablet ancora attuale e che Samsung sta ancora tenendo costantemente aggiornato (ora più che mai direi).

note 7

Cosa troviamo nel Note 4?

Uno schermo da 5.7 pollici di grande qualità, ben visibile anche sotto il sole. 32gb di memoria espandibile (con scheda micro Sd), un’ottima fotocamera da 16 Mpx con possibilità di girare video a 4k e ovviamente l’ultima versione di Android.
Altro plus valore per molti, è la batteria rimovibile, caratteristica ormai in disuso.
Parlando di quest’ultima con 3220 mAh viene garantita un’ottima autonomia e anche chi fa un uso intenso del Note arriverà sempre a fine giornata.
Il processore Quad Core da 2.7 GHZ permette ancora una fluidità paragonabile a tanti smartphone top di gamma di ultima generazione.
Resta la “vecchia” interfaccia TouchWiz che era stata migliorata solo nelle ultime generazioni di Samsung. Le differenze però riguardano principalmente l’aspetto esteriore.

Possiedo il Note 4 da un anno e devo dire che anche per me è diventato uno strumento insostituibile. L’unico difetto che trovo è un casuale e per fortuna raro crash che fa si che lo smartphone perda la connessione, tenda a surriscaldarsi consumando in fretta la batteria. A volte durante questa fase appare anche il messaggio che chiede di Inserire una Sim oppure che la Sim presente non viene riconosciuta.

Mi succede circa una volta al mese, a volte anche più raramente. Si risolve riavviando il telefono ma lo reputo un problema fastidioso e soprattutto se non ci se ne accorge subito il telefono raggiunge temperature davvero elevate e vista la recente vicenda del Note 7, la cosa un pò preoccupa.
Il difetto coinvolge i Note 4 in maniera piuttosto random come appurato dai vari forum.
Ogni volta che esce un aggiornamento spero sempre che il problema si risolva ma fino ad ora non è stato così. A questo punto mi viene da pensare che sia un problema hardware.

Cosa si può fare con la pennina del Note 4, vero valore aggiunto di questo smartphone?

Funzione Memo Rapido

Scrivendo al volo un numero di telefono possiamo memorizzarlo in rubrica o chiamare direttamente. Farlo diventare un task nella lista delle attività e in più Il nostro Memo si può tenere sulla home come fosse un Post-It.

Selezione intelligente

Si possono selezionare porzioni di testo o immagini, ad esempio tratte dal web, per poi essere condivise. In oltre il Note potrà usare questa selezione per aprire la pagina internet d’origine.
Si possono anche selezionare immagini da salvare e condividere

Scrittura schermo

Il Note catturerà la schermata e con il pennino potremo scrivere o disegnare a mano libera. Come al solito potremo condividere il lavoro svolto.

Per ultima vi è anche la funzione S Note, utilizzabile anche da widget.
Ci permette di scrivere note a mano libera oppure di creare delle note fotografiche.
Queste ultime tornano utili per fotografre disegni o testi eliminando lo sfondo per facilitarne la visualizzazione.

Il Note 4 ha ancora un discreto valore sia da nuovo. Si trova ancora a più di 400€ su Amazon o dagli Stockisti. Richiestissimo anche come usato, ma chi ce l’ha di questi tempi se lo tiene ben stretto.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *