Come dare una veloce rinfrescata al vecchio netbook

I netbook, i primi mini pc portatili sono apparsi nel 2008 ed erano quasi tutti equipaggiati con Linux, subito rimpiazzato da Windows XP, visto l’interesse che stavano suscitando. Al tempo infatti i portatili full size erano ancora piuttosto costosi, gli smartphone erano agli albori e i tablet li usavano solo su Star Trek.
L’hardware era pressoché standard per tutti, Processore Intel Atom da 1,6ghz di clock HD da 160gb (gli ultimi da 250gb) e 1Gb di ram.

netbook
Diciamo che usare questi mini PC può avere ancora un senso, soprattutto se si usa Office, mail e un po’ di Internet. In oltre sono ancora esteticamente attuali e quasi irriconoscibili dai mini notebook odierni. Non preoccupiamoci quindi di sembrare degli sfigati se ci mostriamo in pubblico con uno di questi device.

La prima cosa che si può fare è aumentare la ram del netbook

Ricordiamoci che questi pc accettano massimo 2gb, la ram da comprare è del tipo 2Gb DDR2 SODIMM 667Mhz da 200pin.
Sono abbastanza comuni ram di questo tipo ma con il clock a 800mhz. Dovrebbero andare bene lo stesso ma funzioneranno al max a 667Mhz.
Ormai il costo di queste memorie e veramente basso e proporzionato al valore residuo del nostro netbook. Se andiamo su marchi blasonati come Kingstone, Corsair, Crucial ecc. il costo si aggira sui 25/30 euro. Le ormai diffusissime ram di produzione orientale invece le troviamo sui 15 euro.

Montare la nuova ram è facilissimo. Spegniamo il pc e rimuoviamo la batteria (per evitare accensioni indesiderate) e rimuoviamo lo sportellino inferiore, cerchiamo di scaricare la statica che abbiamo addosso toccando un qualcosa di metallico collegato a terra (vanno bene i tubi del termosifone) premiamo qualche volta il pulsante di accensione per eliminare la corrente residua che si può accumulare nei condensatori. Sganciamo la scheda della ram dal suo gancio laterale e spingendola in avanti la solleveremo di circa 30°.
Operazione inversa per inserire la nuova ram. Una volta montata e richiuso lo sportellino accendete il pc. La ram dovrebbe essere riconosciuta senza intervenire sui bios. Verificate nel pannello di controllo, e se leggete 2gb l’operazione è andata a buon fine.

Altra modifica ma più costosa è cambiare l’Hard Disk magnetico con uno SSD di nuova generazione

Il taglio da 128Gb ha un prezzo ormai accettabile ma dobbiamo attentamente valutare se la spesa vale l’impresa e per quanto tempo vogliamo ancora tenerci il nostro netbook.
In ogni caso questo tipo di memoria SSD con controller SATA porterebbero ad un notevole incremento delle prestazioni. Vi sono vari tutorial sulla Rete che spiegano come sostituire l’HD originale con uno del tipo SSD e vari video con i benchmark di confronto fra gli stessi sistemi equipaggiati col disco di origine e quelli upgradati all’ssd e la differenza è evidentissima. Le prestazioni sono praticamente raddoppiate, sia tempo di accensione e spegnimento che la velocità con cui si aprono le applicazioni.

Come già detto, a parte i primi netbook che come sistema operativo avevano Linux la maggior parte montava all’origine Windows Xp. Negli ultimi era presente Windows 7 Starter, una versione alleggerita di Win 7 fatta apposta per girare sui netbook con 1gb di ram. Win 7 è  molto più pesante di XP e in questo caso direi che l’espansione a 2Gb è caldamente raccomandata.
Piuttosto, se non ci piace più l’interfaccia ormai vecchia di XP possiamo usare applicazioni come Seven Remix XP, che ci daranno l’illusione e solo alcune funzioni di Win 7 con la leggerezza di XP. Non crea problemi ed è facilmente rimovibile.

Attenzione, per chi usa XP!!

Il supporto da parte di Microsoft è cessato nel 2014 e quindi è da considerarsi un sistema non sicuro. A parte le solite raccomandazioni di usare un antivirus e un anti adware/malware evitiamo di usare Internet Explorer che nelle vecchie versioni per XP è estremamente vulnerabile e ci entrerebbe di tutto nel pc in men che non si dica. Rivolgiamoci ad un browser alternativo di Firefox, disponibile qui anche in versione “alleggerita”oppure Opera.
Se invece è la batteria a non essere più efficiente con meno di 30 euro possiamo trovarla nuova (anche originale) da batteriaportatile

Se seguite questi piccoli consigli potrete godervi il vostro vecchio netbook ancora per un po’.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *